Biciclette e CDS

I veicoli senza motore devono rispettare delle regole precise. Per quanto riguarda biciclette e CDS è fatto obbligo di circolare:

Biciclette e CDS pista ciclabile
Biciclette e CDS: pista ciclabile
  • nelle piste ciclabili
  • sulla carreggiata in loro assenza

Biciclette e CDS

L’immissione nella strada deve avvenire senza manovre avventate e improvvise e rispettando le normali regole per la circolazione, specialmente la segnaletica stradale.

I ciclisti devono tenere strettamente la destra senza viaggiare a zig-zag e compiere le dovute segnalazioni con le braccia ogni volta che effettuano delle svolte. La bicicletta va condotta a mano ogni volta che crea pericolo ai pedoni.

Per passare dall’altra parte della strada devono servirsi degli attraversamenti ciclabili (ove hanno la precedenza sugli altri veicoli); se mancano e la carreggiata è a traffico veloce, quando le circostanze lo richiedono e in ogni caso di scarsa visibilità devono attraversare con la bicicletta a mano (in tal caso sono considerati pedoni).

I velocipedi possono viaggiare affiancati solo quando le condizioni lo consentono, vale a dire ogni volta che la marcia in doppia fila non crea pericolo o intralcio alla circolazione e in ogni caso al massimo in due. Fuori dai centri abitati le biciclette devono viaggiare su un’unica fila, salvo quando uno dei due conducenti ha meno di 10 anni.

La valutazione dei casi in cui viaggiare affiancati è a discrezione dei ciclisti ovviamente. A nostro avviso è lecita quando non sopraggiungono altri veicoli e con la massima prudenza di entrambi.

Quando viaggiano affiancati, i ciclisti devono premurarsi in ogni istante di capire se stanno sopraggiungendo altri veicoli e quindi riportarsi in una fila unica appena individuano che ne sta arrivando uno dietro a loro. Naturalmente vi sono un marea di altre situazioni differenti che vanno valutate caso per caso.

Biciclette e CDS: le altre regole

Le biciclette devono essere dotate di luci davanti e dietro e di catadiottri dietro, sui pedali e lateralmente:

  • in ogni situazione di scarsa visibilità
  • da mezz’ora dopo il tramonto e mezz’ora prima del sorgere del sole

Se ne sono prive, vanno condotte a mano. Inoltre, in queste situazioni, fuori dai centri abitati e nelle gallerie si deve indossare il giubbotto o le bretelle rifrangenti.

Durante la marcia, i ciclisti devono avere libero uso delle braccia in modo da poter afferrare sempre il manubrio almeno con una mano; eventuali oggetti o bambini trasportati non devono ostacolare la stabilità, i movimenti e la visibilità davanti e ai lati.

È obbligatorio anche installare un campanello e i freni anteriori e posteriori indipendenti fra loro, mentre è facoltativo indossare il casco.

È fatto divieto di trainare o farsi trainare e di condurre animali. Possono essere trasportati solo se custoditi in apposite gabbie solidamente assicurate che non sporgono per più di 50 centimetri dalla sagoma della bicicletta stessa.

Possono essere agganciati i rimorchi per biciclette a condizione che:

  • la lunghezza totale sia al massimo di 3 metri
  • la larghezza massima di 75 cm
  • l’altezza massima, compreso il carico, di 1 metro
  • la massa massima sia di 50 kg.

I maggiorenni possono portare bambini fino a 8 anni di età seduti sugli appositi seggiolini omologati e opportunamente fissati.

Quando invece stiamo guidando un quadriciclo a pedale, cioè i cosiddetti “risciò”, il CDS impone che sia solamente una persona a condurre il veicolo. Possiamo trasportare al massimo 4 persone (compreso il conducente) di cui al massimo due bambini fino a 10 anni di età.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.