Legenda della carta di circolazione

Il libretto è un foglio suddiviso in 4 parti nelle quali ogni campo è contrassegnato da una lettera principale che contiene delle “sotto-sezioni”. Questo articolo contiene la legenda della carta di circolazione spiegando il significato di ogni voce.

Essa va tenuto obbligatoriamente a bordo, pena una multa compresa fra 42 € e 173 €, con obbligo di esibirli alle Forze dell’Ordine entro i termini stabiliti.

Legenda della carta di circolazione

Ecco la legenda della carta di circolazione per ogni campo.

Sezione 1 del libretto

  • (A) numero di immatricolazione, cioè la targa
  • (B) data di prima immatricolazione
  • (C.2) proprietario del veicolo
  • (C.2.1) cognome o ragione sociale
  • (C.2.3) indirizzo nello Stato membro di immatricolazione alla data di rilascio del documento
  • (C.3) persona fisica o giuridica che può disporre del veicolo a titolo diverso da quello di proprietario
  • (C.3.1) cognome o ragione sociale
  • (C.3.2) nome/i o iniziale/i (se del caso)
  • (C.3.3) indirizzo nello Stato membro di immatricolazione alla data di rilascio del documento

Sezione 2 della carta di circolazione

  • (D.1) marca veicolo
  • (D.2) tipo veicolo
  • (D.3) denominazione/i commerciale/i
  • (E) numero di telaio
  • (F.1) massa massima a carico tecnicamente ammissibile, ad eccezione dei motocicli
  • (F.2) massa massima a carico ammissibile del veicolo
  • (F.3) massa massima a carico ammissibile dell’insieme (motrice + rimorchio)
  • (G) massa del veicolo in servizio carrozzato e munito del dispositivo di attacco per i veicoli trattori di categoria diversa dalla M1
  • (I) data di immatricolazione alla quale si riferisce la carta di circolazione
  • (J) categoria del veicolo
  • (J.1) destinazione ed uso del veicolo
  • (J.2) carrozzeria del veicolo
  • (K) numero di omologazione del tipo (se disponibile)
  • (L) numero di assi
  • (N.1) ripartizione tra gli assi della massa massima a carico tecnicamente ammissibile (per i veicoli con massa totale superiore a 3500 kg) asse 1 (kg)
  • (N.2) asse 2 (kg), se del caso
  • (N.3) asse 3 (kg), se del caso
  • (N.4) asse 4 (kg), se del caso
  • (N.5) asse 5 (kg), se del caso
  • (O.1) massa massima a rimorchio tecnicamente ammissibile con rimorchio frenato (kg)
  • (O.2) massa massima a rimorchio tecnicamente ammissibile con rimorchio non frenato (kg)
  • (P.1) cilindrata (cm3)
  • (P.2) potenza netta massima (kW) (se disponibile)
  • (P.3) tipo di combustibile o di alimentazione
  • (P.5) numero di identificazione del motore
  • (Q) rapporto potenza/massa in kW/kg (solo per i motocicli)
  • (S.1) numero di posti a sedere, compreso quello del conducente
  • (S.2) numero di posti in piedi (se del caso).
  • (U.1) livello sonoro a veicolo fermo [dB(A)]
  • (U.2) livello sonoro a regime del motore (giri*min-1)
  • (V.1) CO (g/km o g/kWh)
  • (V.2) HC (g/km o g/kWh)
  • (V.3) NOx (g/km o g/kWh)
  • (V.5) particolato per i motori diesel (g/km o g/kWh)
  • (V.7) CO2 (g/km)
  • (V.9) indicazione della classe ambientale di omologazione CE.

Sezione 3 del libretto di circolazione

Il libretto prosegue con l’indicazione delle dimensioni, dei tipi di pneumatici montabili, dell’eventuale gancio di traino montato e dei consumi in percorso urbano, extraurbano e combinato.

Possiamo poi trovare ulteriori indicazioni come la massa a vuoto e il rapporto potenza/peso riferito alla tara (utile per i neopatentati).

Sezione 4 della carta di circolazione

Questa parte è solitamente vuota per lasciar spazio agli adesivi di aggiornamento del libretto quando cambiano le caratteristiche tecniche del veicolo: un caso classico è l’installazione dell’impianto GPL o a metano.

Retro della carta di circolazione

In alto a sinistra nella parte posteriore abbiamo la legenda delle varie voci contenute, simile a quella che abbiamo appena esposto.

Legenda della carta di circolazione etichette revisioneIn alto a destra invece, c’è il quadrante riservato alle revisioni del veicolo: è qui che vengono apposti agli adesivi che attestano l’esito positivo della revisione obbligatoria (per la maggior parte dei veicoli è biennale, ad eccezione della prima che va fatta a 4 anni dalla prima immatricolazione).

La restante parte posteriore del libretto è vuota e serve ad ospitare gli eventuali adesivi che attestano il trasferimento di proprietà del veicolo o il cambio di residenza del proprietario.

2 Commenti

  1. Devo acquistare un iveco daily 60 quintali a pieno carico, ho la patente c, serve anche il cqc? Lavoro per la ditta di mia moglie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.