Multa per mancata distanza di sicurezza

Distanziarsi correttamente dal veicolo che ci sta davanti è molto importante per evitare pericoli. La multa per mancata distanza di sicurezza va da € 42 a € 173 + sottrazione di 3 punti dalla patente nei seguenti casi:

  • assenza di incidenti o senza danni gravi a persone o cose
  • 20 metri dalle macchine sgombraneve in azione
  • 100 metri fra mezzi pesanti quando è in vigore il divieto specifico di sorpasso

Multa per mancata distanza di sicurezza sanzioni

Multa per mancata distanza di sicurezza: sanzioni più gravi

Incidente da cui derivano danni gravi al veicolo tali da rendere necessaria la revisione dello stesso:

  • multa da € 87 a € 345
  • sottrazione dei 3 punti
  • sospensione da 1 a 3 mesi + sottrazione di 5 punti per recidiva nel biennio

Incidente con lesioni gravi a persone:

  • multa che va da € 431 a € 1734
  • sottrazione di 8 punti dalla patente
  • eventuale l’applicazione delle sanzioni penali per lesioni colpose o omicidio colposo (per le quali si rischia anche la sospensione o la revoca della patente).

Se dall’incidente derivano danni gravi al veicolo e lesioni gravi a persone, si sommano le singole sanzioni descritte sopra.

Regolare la distanza di sicurezza

La giusta distanza di sicurezza dipende da una serie di fattori:

  • condizione psicofisica e riflessi del conducente
  • caratteristiche della strada e del traffico
  • condizioni climatiche
  • efficienza del veicolo

Tutte queste cose combinate fra loro concorrono a determinare il cosiddetto spazio totale di arresto, cioè lo spazio che percorre un veicolo da quando viene percepito un pericolo a quando si ferma totalmente.

Concretamente, possiamo avere una stima abbastanza precisa di quale dev’essere questa distanza utilizzando la seguente formula: velocità diviso 10 x 3.

Per esempio, se andiamo a 50 km/h la distanza minima da tenere è di circa 15 metri.

Se vogliamo veramente essere sicuri di non tamponare chi ci precede, usiamo questa formula: velocità diviso 10 x se stesso.

A 50 km/h la distanza cosiddetta prudenziale, diventa di 25 metri.

Tale differenza ci permette di fronteggiare un arresto brusco e improvviso da parte di chi è davanti a noi, quindi meglio adottare questa seconda formula!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.