multa semaforo rosso

Tutti noi conosciamo perfettamente il significato delle luci del semaforo. Che cosa succede se per distrazione o per fretta passiamo col rosso? La multa semaforo rosso è di:

  • € 167 – 666 + sottrazione di 6 punti
  • € 42 – 173 + sottrazione di 2 punti per arresto oltre la striscia

Quando il fatto avviene fra le 22 e le 7 cadiamo nella cosiddetta violazione notturna: ciò comporta l’aumento della multa di un terzo. Il minimo passa quindi, rispettivamente, a 222,67 € e 56€.

Inoltre, se la violazione si verifica per la seconda volta entro 2 anni, si incorre anche nella sospensione della patente da 1 a 3 mesi.

Ti ricordiamo che i neopatentati subiscono la decurtazione doppia del punteggio, quindi di 12 punti nel caso di passaggio con il rosso e di 4 nel caso di arresto oltre la striscia.

Multa semaforo rosso: quando arriva?

Una volta il passaggio col rosso veniva contestato da un vigile fisicamente presente all’incrocio che “coglieva sul fatto” il trasgressore; oggi tutto questo è una rarità.

Sono ormai diffusissimi i sistemi automatici (cosiddetti T-Red), strumenti che rilevano istantaneamente ogni singola violazione lasciando poco spazio a sviste da parte delle forze dell’ordine.

Con tali strumenti è lecita la contestazione successiva al fatto, il che comporta l’inoltro del verbale al proprietario del veicolo entro 90 giorni (360 se residente all’estero).

Multa semaforo rosso: sconto

Fortunatamente ci sono anche delle buone notizie. Se paghiamo la multa entro 5 giorni otteniamo uno sconto del 30%.

L’importo minimo della sanzione scende quindi a 116,90 € nel caso di passaggio con il semaforo rosso e a 29,40 € nel caso di arresto oltre la striscia.

Ti ricordiamo che è importante indicare, entro 30 giorni, il numero della patente di chi si trovava alla guida al momento della violazione. Ciò è necessario per poter procedere alla decurtazione punti.

In caso contrario si riceverà un ulteriore sanzione pecuniaria di minimo 292 €.

Ricorso multa semaforo rosso

Per ogni sanzione ricevuta esiste la possibilità di fare ricorso, sperando di ottenerne l’annullamento.

Farlo per una multa semaforo rosso contestando il fatto in sè non ha molto senso vista la precisione degli strumenti utilizzati.

Possiamo, al limite, “sperare” che ci venga contestato un verbale che riporti luogo, data oppure ora sbagliati. Come già detto prima, la contestazione deve avvenire entro 90 giorni, quindi in caso di ritardi non è più valida.

C’è però una speranza per chi si è trovato costretto a passare con il semaforo rosso per situazioni di necessità o urgenza.

Se per esempio dimostriamo che stavamo trasportando di urgenza una persona in ospedale, il giudice potrebbe prenderlo in considerazione.

I tempi per il ricorso sono di 30 giorni se decidiamo di ricorrere al giudice di pace e 60 giorni per il prefetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.