Notifica multa via PEC

Prosegue il processo di digitalizzazione e semplificazione della Pubblica Amministrazione. Da gennaio 2018 è prevista la notifica multa via PEC nei confronti di:

  • conducente/trasgressore se è stato fermato ed identificato al momento dell’accertamento dell’illecito
  • proprietario del veicolo o altro obbligato in solido

Notifica multa via PEC

La notifica via PEC avviene quando tali soggetti:

  • hanno già comunicato il loro indirizzo PEC o hanno domicilio digitale
  • comunicano il loro indirizzo PEC al momento della violazione

Non si tratta quindi di un procedimento obbligatorio, ma di una alternativa.

Nei casi di contestazione non immediata (in altre parole, quando la multa “arriva a casa”) l’eventuale indirizzo PEC va ricercato nei pubblici elenchi per notificazioni e comunicazioni elettroniche.

Tale ricerca avviene anche quando non viene comunicato al momento della violazione.

La PEC contiene, in oggetto, la dicitura “atto amministrativo relativo ad una sanzione amministrativa prevista dal codice della strada”.

La multa si considera spedita quando viene generata la ricevuta di accettazione e notificata quando viene generata la ricevuta di avvenuta consegna.

Quando la notificazione via PEC non è possibile per cause imputabili al destinatario, la multa viene normalmente spedita a casa allegando copia dell’avviso di mancata consegna e gli eventuali altri motivi per cui non è stato possibile l’invio tramite PEC.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.