Precedenza nelle rotonde

Le rotatorie sono da sempre un’incognita per molti automobilisti: ce ne diverse e con varie combinazioni di segnali. La precedenza nelle rotonde dipende dal tipo che troviamo:

  1. All’italiana, o del vecchio tipo
  2. Alla francese, dette anche europee o del nuovo tipo
  3. Miste, con caratteristiche sia del vecchio che del nuovo tipo

Precedenza nelle rotonde

Precedenza nelle rotonde vecchio tipo
Rotonda del vecchio tipo

Nelle rotatorie all’italiana vale la regola della precedenza a destra, per cui chi è dentro alla corona circolare deve dare la precedenza a chi sta per entrare. Le riconosciamo per il fatto che nelle corsie di immissione non c’è segnaletica, oppure solo il cartello di OBBLIGO DI CIRCOLAZIONE ROTATORIA. A terra troveremo una freccia che ci indica la direzione obbligatoria verso destra.

Nelle rotatorie alla francese chi è dentro la corona circolare ha la precedenza. Chi sta per entrare deve rallentare per essere pronto a fermarsi se all’interno della rotonda sta arrivando un veicolo.

È di uso comune dire che in questo tipo di rotatorie si deve dare la precedenza a sinistra, proprio per indicare il fatto che chi è dentro ha la precedenza su chi sta per entrare.

Precedenza nelle rotonde nuovo tipo
Rotonda del nuovo tipo

Le rotonde del nuovo tipo si riconoscono perchè nel ramo di immissione troviamo i segnali di OBBLIGO DI CIRCOLAZIONE ROTATORIA e di DARE PRECEDENZA. A terra troviamo la striscia d’arresto composta da una serie di triangolini affiancati.
La precedenza nelle rotonde miste segue le regole in base alla segnaletica nel ramo di immissione. Diamo la precedenza a chi è dentro se c’è l’apposito cartello triangolare di DARE PRECEDENZA; ci immettiamo grazie alla precedenza che ci viene concessa da chi sta circolando all’interno se troviamo unicamente il segnale di OBBLIGO DI CIRCOLAZIONE ROTATORIA.

Rotatorie a più corsie

Quando la rotatoria è divisa in più corsie vale sempre la regola della precedenza a destra perché va considerata come una normale carreggiata a due corsie.

Ciò implica che, quando dalla corsia interna vogliamo spostarci su quella esterna dobbiamo dare la precedenza a chi si trova in quest’ultima. Per questo il CDS impone a chi prende la prima uscita di restare nella corsia esterna e consente (non obbliga) a chi vuole prendere la seconda o la terza uscita di utilizzare quella interna. Il tutto a patto che ci si sposti con conveniente anticipo all’esterno dando la precedenza a chi si trova alla nostra destra.

Per utilizzare correttamente le rotonde quindi, dobbiamo dividere le due cose. Un ragionamento a sé stante va fatto per capire se chi entra ha oppure no la precedenza e un altro (indipendentemente dalla prima situazione) per capire come spostarci dalla corsia esterna a quella interna e viceversa.

Continua la lettura con l’articolo su come si fanno le rotonde.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.