Sorpasso in curva

Istintivamente tutti noi pensiamo che sorpassare in curva sia sempre vietato in quanto si tratta di una zona a scarsa visibilità. In realtà non è sempre così. Il sorpasso in curva è possibile su strade a:

  • carreggiate separate (ad esempio le autostrade)
  • più corsie per senso di marcia
  • senso unico ad almeno due corsie
sorpasso in curva carreggiate separate
Carreggiate separate: sorpasso in curva consentito

In questa tipologia di strade infatti, la corsia di sinistra (la cosiddetta seconda corsia) è destinata al nostro stesso senso di marcia per cui non c’è il pericolo di incrociare un veicolo che sopraggiunge dal senso opposto al nostro.

Sorpasso in curva

In tutti gli altri casi, il sorpasso in curva è vietato in corrispondenza (vale a dire esattamente sul tratto di strada non rettilineo) e in prossimità, anche se per farlo non si esce dalla propria corsia di marcia.

Con il termine “in prossimità” si intende una distanza tale da rendere pericolosa la manovra a causa della scarsa visibilità.

Se davanti a noi abbiamo un veicolo lento come una bicicletta per esempio, non dobbiamo sorpassarla, ma attendere a debita distanza di sicurezza di aver superato la curva. 

Tale regola non vale se il veicolo si trova fuori dalla carreggiata, cioè al di là della linea di margine.

In caso di sorpasso in curva non consentito, è prevista una multa di € 167 – 666, la sottrazione di 10 punti e la sospensione della patente da 1 a 3 mesi. Se il conducente è neopatentato, il periodo di sospensione va da 3 a 6 mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.