Sospensione patente guida in stato di ebbrezza

Guidare sotto l’effetto di bevande alcoliche è assolutamente vietato e le sanzioni sono molto pesanti: si parla, come minimo, di una multa, sottrazione di punti e sospensione della patente. Concentriamoci proprio su quest’ultimo aspetto e vediamo quanto dura la sospensione patente guida in stato di ebbrezza:

  • 3 – 6 mesi per TA compreso fra 0,5 e 0,8 g/l
  • 6 – 12 mesi per TA compreso fra 0,8 e 1,5 g/l
  • 12 – 24 mesi per TA superiore a 1,5 g/l
  • 6 – 24 mesi per rifiuto dell’accertamento

In caso di incidente il periodo della sospensione patente raddoppia, tranne negli ultimi due casi in cui la patente viene revocata (cioè cancellata) con obbligo di attendere almeno 3 anni per poterla rifare.

Per TA superiore a 1,5 g/l la sospensione è raddoppiata se il veicolo appartiene a persona estranea al reato.

La patente non viene sospesa se il responsabile è alla guida di un veicolo che non richiede la patente (per esempio la bicicletta).

Sospensione patente guida in stato di ebbrezza

È vietato mettersi alla guida con un livello di tasso alcolemico (TA) superiore a 0,5 g/l. Lo stato di ebbrezza può essere accertato in 3 modi:

  • etilometro
  • analisi presso strutture sanitarie
  • accertamento su base sintomatica

Il rilievo con etilometro avviene dopo l’esito positivo dei test preliminari con due prove (la seconda ad almeno 5 minuti dalla prima). È consuetudine prendere come riferimento il valore più basso fra i due disponibili.

Le analisi presso una struttura sanitaria si hanno solo quando il conducente è rimasto coinvolto in un incidente stradale e viene sottoposto a cure mediche.

L’accertamento su base sintomatica si basa su chiari ed evidenti sintomi e, in assenza dello strumento, è sufficiente per contestare lo stato di ebbrezza. In tal caso però, non essendoci un tasso alcolemico accertato con precisione, si applica la sanzione meno grave.

Elementi che possono far scattare l’accertamento su base sintomatica sono per esempio l’alito vinoso, la voce impastata, occhi lucidi, parole senza senso, linguaggio sconnesso e un comportamento di guida irregolare (procedere a zig-zag, scansamenti improvvisi, ecc…).

Una volta accertato lo stato di ebbrezza, la patente di guida viene immediatamente ritirata dagli organi di polizia ed inviata al Prefetto entro 5 o 10 giorni a seconda dei casi. Sarà quest’ultimo a disporre la sospensione della patente.

Tutto ciò avviene anche se i risultati dei rilievi non sono subito disponibili: in attesa di tali esiti, la patente viene ritirata fino alla quantificazione precisa del tasso alcolemico.

Vuoi conoscere l’entità della multa, dei punti ed eventualmente dell’arresto e del fermo del veicolo? Ecco a te le sanzioni per guida in stato di ebbrezza.

L’incidente provocato è un’aggravante che rende ancor più pesanti le conseguenze sul responsabile: per approfondire vai alle sanzioni per incidente in stato di ebbrezza.

Stato di ebbrezza neopatentati

I neopatentati, com’è noto, per i primi 3 anni non possono mettersi alla guida sotto l’effetto di alcol: il loro limite è, infatti, zero.

Inoltre, essendo conducenti meno esperti, subiscono sanzioni più gravi rispetto a quelle “classiche” indicate sopra.

La sospensione patente guida in stato di ebbrezza neopatentati è quindi:

  • non disposta per TA fino a 0,5 g/l
  • 4 – 8 mesi per TA compreso fra 0,5 e 0,8 g/l
  • 8 – 18 mesi per TA compreso fra 0,8 e 1,5 g/l
  • 16 – 36 mesi per TA superiore a 1,5 g/l
  • 6 – 24 mesi per rifiuto dell’accertamento

Per TA superiore a 1,5 g/l la sospensione è raddoppiata se il veicolo appartiene a persona estranea al reato.

Vuoi saperne di più? Ecco a te le sanzioni per guida in stato di ebbrezza ai neopatentati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.